Quali sono i cibi che fanno alzare la pressione e la glicemia

Con un’alimentazione sana ed equilibrata, unita all’attività fisica giornaliera, è noto che si può vivere bene ed anche più a lungo. Ma spesso la propria dieta deve essere calibrata anche in ragione di eventuali patologie di cui si soffre a partire per esempio dall’ipertensione e fino ad arrivare al diabete. Ecco allora quali sono i cibi che fanno alzare la pressione e la glicemia, e che sono pure quelli che in genere i nutrizionisti consigliano, se non di evitarli del tutto, di assumerli sempre e comunque con estrema moderazione.

Ecco quali sono i cibi da evitare in caso di ipertensione

Nel dettaglio, per chi soffre di pressione alta è sempre importante leggere le caratteristiche e le proprietà nutrizionali di ogni alimento. In quanto ci sono cibi, anche quelli più insospettabili, che non sono di certo alleati di chi soffre di ipertensione. Per esempio, bisogna fare attenzione alle zuppe, ed in particolare a quelle in busta che sono già pronte e che si acquistano al supermercato. E questo perché in genere molti piatti pronti, a partire proprio da quelli che sono a base di legumi e di verdure, sono ricchi di sodio.

Tra i nemici della pressione alta, inoltre, a tavola ci sono pure i cibi con una presenza rilevante di carboidrati raffinati. E quindi, tra gli altri, i dolci confezionati, le merendine e gli snack. E  questo perché si tratta di cibi che, sottoposti a raffinazione, sono gratificanti al gusto da un lato, ma dall’altro lato offrono quasi sempre uno scarso nutrimento e rischiano di incidere negativamente sui valori della pressione arteriosa. Inoltre, come se non bastasse, il consumo eccessivo di cibi che sono a base di carboidrati raffinati fa ingrassare con l’effetto macroscopico e classico, a medio ed a lungo termine, dell’accumulo di grasso sui fianchi e pure sul girovita

Alimenti che alzano la glicemia, ecco quelli da evitare o mangiare moderatamente

Al pari di chi ha la pressione alta, pure chi soffre di diabete deve fare molta attenzione all’alimentazione. E nel farlo è necessario evitare o comunque mangiare giornalmente con estrema moderazione tutti quei cibi che tendono a far innalzare i livelli di glicemia.

Nel dettaglio, i cibi che portano ad un rapido aumento dei livelli di glucosio nel sangue spaziano dai dolci allo zucchero, e passando per le bevande zuccherate. Così come al pari dei cibi da evitare o da consumare moderatamente in caso di ipertensione, pure i prodotti da forno sono ad alto indice glicemico. Ed in particolare quelli confezionati e realizzati con materie prime rappresentate da farine raffinate.

Di conseguenza, proprio al fine di tenere sotto controllo l’indice glicemico, chi soffre di diabete dovrebbe sempre preferire, per la pasta, per il riso e per i cereali, i prodotti integrali. Così come non tutti i tipi di frutta sono ideali per la dieta contro glicemia alta. In tal caso, infatti, è meglio evitare la frutta zuccherina come l’ananas, le banane, i fichi, l’anguria ed il melone. Privilegiando invece le fragole, le mele, le albicocche, le pere ed i pompelmi.

Per le verdure e per gli ortaggi, invece, nella maggioranza dei casi non ci sono controindicazioni per chi deve tenere bassi i livelli della glicemia. Al netto di tuberi come le patate, che sono ricche di carboidrati, e con le quali non occorre di conseguenza esagerare a tavola, tanti prodotti della terra si possono infatti mangiare tranquillamente fino a sazietà. Su tutte, in particolare, spiccano le verdure e gli ortaggi a foglia verde come i broccoli che sono noti per la loro azione naturale ipoglicemizzante.

Posted in Bio