Le spezie più costose al mondo

Le spezie sono quell’ingrediente che dona carattere e sapore ai nostri piatti. Al mondo ce ne sono diverse e molti di noi non ne conoscono tante come pensano. Per fasi un’idea della loro numerosità, è possibile leggere questo articolo, che spiega nel dettaglio quali sono le spezie esistenti. Per tutti gli altri, invece, in questo articolo andremo a conoscere le spezie più costose al mondo.

Non dovremmo stupirci dell’alto prezzo di questi ingredienti poiché è risaputo che nei secoli scorsi esse costavano ancora di più. Ciò accedeva perché alcune nazioni erano le uniche produttrici di queste spezie. Dunque, esse potevano vantarsi di detenere il monopolio del mercato di una spezia specifica. Quindi potevano alzarne i costi a loro piacimento: nessuno avrebbe smesso di fare acquisti presso di loro, poiché nessun altro vendeva quella spezia.

Con l’arrivo del XX secolo, però, le cose hanno subito delle modificazioni. Il monopolio dei prodotti alimentari è andato scomparendo e anche i prezzi delle spezie si sono abbassati. Tuttavia, se paragonate ad altri ingredienti, queste risultano essere ancora molto molto costose. Molti se ne dicono stupefatti poiché, in fin dei conti, si tratta di ingredienti minuscoli.
Nonostante ciò, però, le spezie sono anche ingredienti molto ricercati. Il loro sapore aromatico e forte può letteralmente cambiare il sapore di un normale piatto, rendendolo molto più tipico e interessante. Facciamo un esempio: il riso è un alimento molto consumato nel mondo.

Tuttavia non si può certo dire che il riso preparato secondo la cucina italiana e quello indiano abbiano lo stessa sapore. Poiché la materia di partenza è identica, si tratta di normale riso acquistabile nei supermercati, a fare la differenza sono i condimenti. Inutile spiegare che nel riso della cucina indiana vi sono anche molte spezie aromatiche. Andiamo a conoscere meglio queste spezie.

Le spezie più costose al mondo: zafferano e vaniglia

Tra le spezie più costose al mondo, ce ne sono due di molto conosciute e apprezzate anche nel nostro paese. Si tratta dello zafferano e della vaniglia. In particolare, secondo i recenti calcoli, un chilo di zafferano arriva ad un costo di circa 3.000 euro. Parliamo però dello zafferano di più bassa qualità. Per quanto riguarda infatti lo zafferano di alta qualità, il prezzo sale fino ai 14.000 euro. Il prezzo è chiaramente altissimo. Però dovremmo pensare che per produrre un chilo di spezia, occorrono 150.000 fiori di zafferano.

Per quanto riguarda la vaniglia, anche questa non è molto economica. Un solo baccello costa tra i 3 e i 5 euro, tuttavia il prezzo varia a seconda della qualità. Questa spezia ha una storia curiosa. Infatti, deve la sua origine al bellissimo e soleggiato Messico. Lì si trovavano campi di vaniglia da coltivare. Tuttavia, negli anni passati, qualche ingegnoso botanico ha pensato di espiantarla e portarle nei pressi delle regioni affacciate sull’Oceano Indiano. Oggi, la vaniglia cresce più rigogliosa lì che non in centro America.

Cardamomo e pepe tra le spezie più costose

Altre due tra le spezie più costose al mondo sono il cardamomo e il pepe. Il cardamomo costa 60 euro al chilo, mentre il pepe almeno 10 euro. Per chi non lo conoscesse, il cardamomo è della stessa famiglia dello zenzero e ne condivide il sapore. La spezia è perfetta sia per arricchire dolci che per insaporire i piatti salati.

Il pepe, invece, era un tempo una delle spezie più costose, ma ora il suo prezzo si è abbassato molto. L’India è la prima produttrice di pepe, che però si coltiva in tutto il Sud Est asiatico e anche in Brasile. Il suo prezzo si è abbassato per colpa della scoperta del peperoncino, avvenuta nel lontano 1492.