Il panino gourmet: la rivoluzione del comfort food arriva anche in Italia

Sembrano ormai lontani quegli anni in cui il panino, simbolo di cibo prêt-à-porter, di un mangiare veloce e rapido, era realizzato con ingredienti gustosi e nutrienti come valida sostituto di un pasto fatto a casa.

Eppure, oggi, si assiste ad una sua nobilitazione, tant’è che si parla sempre più spesso di panino gourmet, farcito a volte in modi stravaganti ma tutti a base di ingredienti locali e dunque a km0.

Lo stesso termine “gourmet”, che significa buongustaio, fa capire che si è di fronte ad un’evoluzione del tradizionale spuntino.

Non sono pochi gli chef stellati che oggigiorno realizzano ricette elaborate dando vita ad un panino altamente sfizioso, ideale soprattutto per i palati fini.

Tuttavia, ci sono alcune specifiche caratteristiche che rendono gourmet il panino, tra queste si distinguono:

  • la lievitazione del pane viene fatta in maniera naturale;
  • gli ingredienti che vengono utilizzati all’interno sono quelli di stagione;
  • deve prevalere armonia tra la quantità di ingredienti introdotti e la dimensione del panino.

Analizzando le tre peculiarità, dunque, si può comprendere come i panini ipercalorici tipici dei fast food non hanno nulla a che fare con dei gustosi panini polpette piatti gourmet realizzati dal noto ristorante sito a Roma in Piazzale Clodio, Ciò Fame Gourmet, che ha fatto sua la mission di puntare su ingredienti di qualità e sapori della tradizione come tonno di Favignana, prosciutto cotto dei Nebrodisalsicce di Ariccia, racchiusi in due fette di pane baguette alla romana tutto di propria produzione, per condurvi così in un viaggio alla scoperta di un nuovi sapori.

Panino gourmet piccoli suggerimenti per farlo in casa

Prima di tutto è necessario che il pane non sia pieno di mollica, in caso contrario occorre abbinare degli ingredienti che rilascino i propri liquidi, in modo tale che le fette siano ben insaporite.

Da non dimenticare di utilizzare le salse, ma attenzione, devono essere dosate nella giusta quantità perché altrimenti si rischia di coprire i sapori degli altri ingredienti utilizzati.

Un altro fattore da considerare è la qualità del pane; per far sì che il panino sia definito a tutti gli effetti “gourmet”, è necessario che sia preparato con farine speciali, macinate a pietra, e gli ingredienti che lo compongono siano IGP e DOP.

Ricette per creare un ottimo panino gourmet

Per chi è stanco del solito classico panino, ecco delle ricette utili e sfiziose che piaceranno proprio a tutti.

Le ricette sono molto facili e veloci da fare, basta soltanto avere una buona dose di volontà.

Fatta questa piccola premessa vediamo gli ingredienti che occorrono per il primo panino:

  • mortadella;
  • pesto di pistacchi;
  • scamorza;
  • crema di aceto balsamico

Questa ricetta è per i veri intenditori del buongusto: un mix di ingredienti che danno vita ad un sapore unico ed autentico.

La scamorza si può scegliere affumicata o normale, non fa differenza, la cosa importante è che tutti gli ingredienti menzionati siano presenti nella giusta quantità in modo tale che si avverte ogni sapore.

Un’altra ricetta è a base di speck, zafferano, funghi trifolati e mozzarella.

La particolarità è data l’utilizzo della mozzarella al posto del solito formaggio stagionato, e poi da annoverare lo zafferano che si può unire ai funghi cotti con aglio e prezzemolo, o in alternativa è possibile preparare una salsina con latte e olio.

Il risultato che ne consegue è eccellente sotto ogni punto di vista.

Da annoverare un’altra ricetta semplice da realizzare a base di salmone affumicato, zucchine croccanti e maionese.

Da premettere che le zucchine possono essere grigliate oppure tagliate in modo molto sottile e lasciate crude: il sapore affumicato del salmone accostato alla maionese, che in quest’ultimo caso può anche essere preparata in casa soprattutto per chi ha tempo a disposizione, danno vita ad un sapore gradito al palato.

Risulta pertanto chiaro come il panino altri non è che un simbolo di unione tra entità diverse che mantengono però integri i propri ruoli: due fette di pane che all’interno possono racchiudere l’identità di un popolo, di una cultura che si identifica proprio in quegli ingredienti, in quei sapori ancorati alle tradizioni culinarie ma con uno sguardo rivolto al futuro.