Fesa di tacchino, come cucinarla al meglio

Fesa di tacchino, come cucinarla al meglio

May 20, 2021 Off By Nivea Mendozza

Le carni bianche sono molto consigliate dai nutrizionisti in quanto povere di grassi e facilmente digeribili, apprezzate anche da chi è attento alla linea. Particolarmente adatta è quindi la fesa di tacchino, una carne morbida che si può trovare intera o a fette più o meno sottili. Oggi ci soffermeremo sulle caratteristiche di cottura, vedremo gli errori da evitare e alcune ricette golose.

 Consigli e errori da evitare per preparare la fesa di tacchino

Il petto di tacchino ha un gusto delicato, molto simile al pollo. Come tutte le carni bianche non bisogna consumarla cruda o poco cotta per evitare la salmonellosi, ma neanche cuocerla troppo perché diventa stopposa e secca.

Per evitare questi inconvenienti vediamo un paio di suggerimenti:

  • Battete la carne: altezze differenti portano a cotture diverse. Utilizzate quindi il batticarne oppure un coltello in modo da pareggiare la fetta e consentire una cottura omogenea.
  • Regolate la fiamma: soprattutto per cotture alla griglia, la fiamma troppo alta cuocere troppo velocemente la carne lasciandola secca. Anche se la fiamma è troppo bassa il risultato non cambia. Una fiamma media e il giusto tempo di cottura per lato consente alla carne di restare morbida e succosa al punto giusto.

 Fesa di tacchino: come cucinarla

Ideale per chi vuole un’alimentazione ricca di proteine e sana. La fesa di tacchino si presta a molte preparazioni, vediamo le principali:

  • Alla griglia: perfetta per un pasto leggero e veloce. Per cuocerla alla perfezione serviranno circa 4 minuti per lato. Verificare sempre la cottura e se necessario prolungate di un paio di minuti.
  • In padella: i tempi di cottura sono quelli della cottura alla griglia, in questo caso però c’è il tocco in più dato dall’olio.
  • Ripiena: tagliata molto sottile può essere farcita per creare dei rollè o degli involtini. Per la cottura saranno sufficienti 20/25 minuti in padella.
  • Arrosto: per chi ama mantenere le tradizioni ma con un po’ di leggerezza l’arrosto di fesa di tacchino è un’alternativa valida. In base al peso della carne ci vorranno circa 45/ 60 minuti in forno.

 3 ricette gustose con la fesa di tacchino

Dopo aver visto in generale le caratteristiche della cottura di questa carne, vediamo tre ricette per gustarla al meglio.

 Fesa di tacchino grigliata con erbette

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 fette di fesa
  • 1 spicchio d’aglio
  • Prezzemolo
  • Erba cipollina
  • Olio evo
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione

Lavate e asciugate l’erba cipollina e il prezzemolo e mettetela in un mixer con due cucchiai di olio e l’aglio e frullate per bene. Battete la fesa. Scaldate la piastra e quando è ben calda adagiate la carne cuocendo 5 minuti per lato. Verso fine cottura aggiustate di sale. Spalmate un cucchiaio di erbette sulla carne e lasciate insaporire. Impiattate e aggiungete un filo d’olio e pepe.

 Saltimbocca di tacchino

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 fette di fesa
  • 4 foglie di salvia
  • 4 fette di prosciutto crudo
  • 50 ml di vino bianco
  • Burro
  • Farina
  • Sale

Preparazione

Battete le fette, salate un lato e sull’altro adagiate il prosciutto e la salvia fermando il tutto con uno stuzzicadenti. Infarinate la parte non farcita e mettetele in padella con il burro per 3 minuti. Sfumate con il vino e fate cuocere per alcuni minuti senza girare. Impiattate con il loro sughetto.

 Spezzatino di tacchino con pannocchiette e asparagi

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g di fesa a dadini
  • 8 pannocchiette
  • 500 g di asparagi
  • mezzo litro di brodo
  • olio evo
  • Sale e pepe

Preparazione

Sbianchite le pannocchiette in acqua bollente per 5 minuti, scolatele e mettetele in acqua fredda per fermare la cottura. Pulite gli asparagi, legateli e cuoceteli per 15 minuti, poi scolateli e tagliateli a pezzetti di 5 cm lasciando le punte intere. In una padella versate un po’ di olio e cuocete la carne fino a doratura. salate e pepate. Togliete dal fuoco tenendola al caldo. Nella padella aggiungete le verdure con un po’ di brodo e cuocete per alcuni minuti. Unite la carne e fate insaporire, se serve aggiungere ancora un po’ di brodo. Aggiustate di sale e servite.