Avena, benefici e proprietà del cereale base per una cucina sana

L’avena viene spesso e volentieri sottovalutato come alimento, eppure è indicato per uno stile di vita sano ed equilibrato se si prendono in considerazione tutti quanti i suoi benefici e le sue proprietà primarie. Vediamo insieme perché usarlo in cucina nella creazione delle pietanze più buone, vegane e vegetariane.

Proprietà e benefici dell’avena

L’avena è un cereale che deve la sua origine all’India, Egitto e Cina mentre oggi la sua coltivazione è stata sviluppata in ogni parte del mondo soprattutto negli Stati Uniti – Polonia – Russia e Germania. La pianta si presenta con un fusto cavo e sottile, con piccolissime spighe che hanno ramificazioni allungate insieme a dei fiori nonché ai frutti secchi. Nelle epoche antiche questo cereale veniva utilizzato solo come mangime per animali, mentre oggi si è scoperto essere un ricco alleato per una dieta vegana e vegetariana, molto ricca per le sue proprietà e benefici.

Tra le sue caratteristiche nutrizionali si trova:

  • un ottimo contenuto di acqua
  • un ottimo contenuto di carboidrati
  • proteine al 14%
  • una minima quantità di grassi
  • vitamine B6, B2, B3, B5, K e J
  • Fibre
  • sali minerali come calcio, fosforo, ferro e zinco
  • Rame

Da considerare anche il suo ricchissimo apporto di amminoacidi essenziali che sono ottimali per un apporto calorico bilanciato. In 100 grammi di avena infatti ci sono 380 calorie.

Una delle principali proprietà dell’avena è senza dubbio il suo apporto positivo per l’apparato gastrointestinale e tutte quante le sue funzioni. Un buon apporto di fibra infatti lavora sul metabolismo rendendolo attivo così da contribuire ad una continuità dell’intestino (contrastando la stitichezza).

Si ricorda infatti che un apporto continuativo di fibra sia altamente prezioso proprio perché aiuta a placare il senso di fame raggiungendo il grado di sazietà adeguata. Un cereale che viene quindi indicato proprio in diete dimagranti oppure regimi alimentari particolari nonché ipocalorici.

Infatti viene suggerita anche a chi preferisce un regime alimentare vegano oppure vegetariano, così da ottenere tutti gli amminoacidi che sono essenziali in una dieta particolare. Si parla quindi di sintesi proteica – ovvero la lisina – che è una sostanza che è nettamente superiore rispetto agli altri cereali.

Come usare l’avena in cucina?

Il betaglucano è una fibra solubile che si trova proprio all’interno dell’avena. Questa fibra una volta che ha raggiunto l’intestino agisce come una spugna che intrappola il colesterolo di origine animale in un gel non assorbibile: questo viene portato all’intestino e poi direttamente eliminato.

Non è l’unico vantaggio, infatti è anche in grado di rafforzare il sistema immunitario contro possibili infezioni batteriche che possono intaccare l’organismo. Tra le sue tante proprietà anche quello di tenere sotto controllo gli zuccheri del sangue, indicato soprattutto per quelle persone che vogliono tenere sotto controllo il livello degli zuccheri nel sangue. Per questo l’avena è indicata anche ai diabetici.

L’avena in cucina è ottima! Infatti tantissimi ristoranti la utilizzano come variante oppure cereale principale nelle preparazioni. Si può trovare in commercio sotto forma di bevanda vegetale oppure come chicchi e farina. Ideale per zuppe, minestroni, burger vegetali oppure per creare degli ottimi biscotti, del pane ma anche come addensante di creme e vellutate di verdure.

Controindicazioni Avena

L’avena ha delle controindicazioni? Come accennato è un cereale salutare ma le persone che presentano una allergia al nichel devono evitare il loro consumo. Al contrario invece non presenta alcuna controindicazione per chi è celiaco, infatti tantissime persone possono mangiare composti con questa farina senza avere nessun dolore o controindicazione.

Attenzione inoltre alla bevanda all’avena, che se consumata in maniera continuativa potrebbe creare dei piccoli problemi di “aria nella pancia”, dolori e nausea. Chiedere sempre al proprio medico di fiducia per un consumo adeguato e funzionale a seconda delle proprie esigenze.